Comune di
Rifreddo
Comune di
Rifreddo
Comune di
Rifreddo  Provincia di Cuneo
Il comune su
Stai navigando in : Le News
   Le News
Rifreddo aderisce al Gal “Terre occitane”. Una delibera da 2 euro per sanare il pasticcio creato dalla Regione

E’ stato un Consiglio breve quello rifreddese di martedì 15 marzo ma non privo di spunti polemici e di ragionamenti ad ampio raggio. Era mezzogiorno e l’assemblea era stata convocata appositamente per deliberare la richiesta di adesione al Gruppo d’Azione Locale "Terre Occitane". Una delibera piuttosto curiosa che prevede per il piccolo comune della Valle Po l’esborso di ben 2 euro per l’acquisizione di una quota di capitale sociale del Gal e che ha fatto anche piuttosto arrabbiare il primo cittadino rifreddese Cesare Cavallo. "Siamo alle solite - ha esordito lo stesso -  dobbiamo mettere una pezza alle decisioni sbagliate degli altri e magari pure dire grazie. Oggi ci troviamo infatti qui per porre rimedio alla "fantastica" scelta regionale di trasferire le quote di proprietà dei Gal delle ex Comunità Montane alle Unioni di Comuni. Una scelta che ha lasciato fuori dall’area del nostro Gal tutti i comuni che non hanno aderito alle Unioni dimezzando di fatto popolazione e territorio dello stesso. Un fatto grave visto che non far più parte dell’area Gal significa per le imprese e per gli enti anche non poter partecipare ai bandi di finanziamento che lo stesso emana. Per ovviare a questo dobbiamo quindi approvare una richiesta di ammissione al Gruppo d’Azione Locale in modo che poi lo stesso ci inserirà nella compagine sociale con una quota simbolica di 2 euro. Naturalmente lo faremo: mica possiamo danneggiare le nostre imprese ma permettimi alcune considerazioni. La Regione al posto di passare tutto alle Unioni non avrebbe potuto ripartire le quote dei Gal tra i Comuni con criteri legati al territorio ed alla popolazione creando così un sistema in cui ogni comune era rappresentato nella compagine sociale in base al suo peso? Troppo facile e soprattutto non sufficientemente penalizzante per chi non ha aderito alle Unioni devono aver pensato a Torino. Peccato che così si sia creata una situazione in cui Borgo San Dalmazzo piuttosto che Busca o Barge valgano due euro come Rifreddo. Obiettivamente non un grande risultato. Ma la cosa più seccante e che resosi conto del pasticcio creato la Regione se ne sia stata fuori facendo risolvere la questione ai Gal ed ai comuni. Infatti tutta la procedura che descrivevo sopra è fatta attraverso deliberazioni dell’assemblea del gruppo d’azione Terre occitane e la richiesta dei vari comuni epurati. Comuni che ovviamente dopo l’approvazione dovranno anche  dire grazie per essere stati riammessi". 

        
Effettua il login
              
Oppure registrati
Comune di Rifreddo
Via V. Emanuele II, 1 - 12030 (CN)
Tel: 0175.260022
Fax: 0175.490387
Email: info@comune.rifreddo.cn.it
Partita IVA: 00487200040
Email: info@comune.rifreddo.cn.it
Per conoscere gli indirizzi Email di settore,
consultare la pagina UFFICI
Fatturazione Elettronica - Codice Ufficio: UF32WA
Codice ISTAT: 004181
Codice catastale: H285
Codice fiscale: 85000390048
Partita IVA: 00487200040
Conto Corrente Postale: 10057123
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 73 Q 03111 46700 000000017540
» Privacy » Note legali » Credits » Accessibilità

Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)    Licenza Creative Commons      eng fra esp deu ru chi ara

Realizzato con il CMS per siti accessibili e responsive cic

eng fra esp deu
ru chi ara por
Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)     Licenza Creative Commons

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento