Comune di
Rifreddo
Comune di
Rifreddo
Comune di
Rifreddo  Provincia di Cuneo
Il comune su
Stai navigando in : Le News
   Le News
Si possono bruciare i residui colturali dal 12 al 31 marzo 2020. L’atto rappresenta uno dei primi (se non il primo in assoluto) esempi di attuazione delle nuove possibilità date dalla Regione

E’ stata emanata questa mattina l’ordinanza del sindaco di Rifreddo Cesare Cavallo che consente nel piccolo comune della Valle Po l’abbruciamento dei residui colturali fino al 31 marzo. Si tratta di una delle prime (se non addirittura della prima in assoluto) applicazioni della possibilità di deroga volute dalla Giunta Cirio alla Legge Regionale 15 del 2018 che impediva totalmente gli abbruciamenti nel periodo compreso tra il primo novembre ed il 31 marzo. Da tempo i miei concittadini - ci ha spiegato il sindaco - mi chiedevano di emanare questa ordinanza in modo da potersi liberare delle piccole quantità di residui colturali accumulate durante l’inverno. Purtroppo fino ad adesso non era possibile in quanto, oltre i termini di pubblicazione delle modifiche normative, sul territorio della Regione Piemonte vigeva lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi. L’ordinanza era peró pronta e dato che, da oggi, la Regione ha revocato la misura di prevenzione degli incendi l’abbiamo emanata. Una bella soddisfazione per gli amministratori rifreddesi che erano stati tra i primi a contestare a suon di delibere ed ordini del giorno il divieto assoluto di abbruciamenti voluto dalla Giunta Chiamparino a fine 2018. In effetti - ha aggiunto il primo cittadino rifreddese - fa davvero piacere riuscire a volte a far modificare normative e ad ottenere dei risultati nonostante le nostre ridotte dimensioni. Segno che se si hanno delle buone idee e le si sostiene con forza alla fine anche a Torino o a Roma qualcuno le prende in considerazione. Detto questo approfitto per dire grazie al presidente Cirio per aver accolto le nostre osservazioni sulla Legge 15 ed averci consentito di poter finalmente mitigare un divieto che nei piccoli centri montani come il nostro non aveva alcun senso nè dal punto di vista della tutela dell’ambiente nè da quello della tutela della qualità dell’aria.

Sezione Allegati
    Il testo dell'ordinanza
        
Effettua il login
              
Oppure registrati
Comune di Rifreddo
Via V. Emanuele II, 1 - 12030 (CN)
Tel: 0175.260022
Email: info@comune.rifreddo.cn.it
Partita IVA: 00487200040
Email: info@comune.rifreddo.cn.it
Per conoscere gli indirizzi Email di settore,
consultare la pagina UFFICI
Fatturazione Elettronica - Codice Ufficio: UF32WA
Codice ISTAT: 004181
Codice catastale: H285
Codice fiscale: 85000390048
Partita IVA: 00487200040
Conto Corrente Postale: 10057123
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 73 Q 03111 46700 000000017540
» Privacy » Note legali » Credits » Accessibilità

Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)    Licenza Creative Commons      eng fra esp deu ru chi ara

Realizzato con il CMS per siti accessibili e responsive cic

eng fra esp deu
ru chi ara por
Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)     Licenza Creative Commons

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento